3 responses on “Nuova ricerca: terapia online vs faccia a faccia, quale la migliore?

  1. Daniela De Simone ha detto:

    Sì è vero, con mia sorpresa sono riuscita a rendere efficace anche il supporto a distanza, ma per me che sono uno psicoterapeuta funzionale che utilizza tecniche psicocorporee di respirazione e molto altro il limite resta. In caso di necessità è stato meglio che niente, ma per me l incontro in presenza è sempre più completo ed efficace

  2. Alberto Ghilardi ha detto:

    Ciao Paolo,
    E’ interessante quanto riporti. Per essere confermate credo però che le tue conclusioni vadano verificate confrontando diverse modalità e tecniche più che valutando un unico approccio su un solo spettro sintomatologico. Ho infatti il dubbio che la CBT si presti meglio, essendo formalizzata e lavorando su protocolli, a un utilizzo da remoto rispetto ad altri approcci.

    • admin ha detto:

      Caro Alberto, sicuramente il tuo appunto è azzeccato. Le ricerche devono per forza essere specifiche e ci vorrebbero più ricerche su altri orientamenti per generalizzare. Intanto prendo per buono quello che c’è perchè la mia sensazione è che l’online sarà la modalità privilegiata in un prossimo futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.