4 responses on “Ritratto della vittima di mobbing perfetta

  1. liuva capezzani ha detto:

    C’è una particolare vittima di mobbing che è tale in quanto disturba con le sue caratteristiche di personalità, i suoi valori, la sua etica professionale, il sistema di controllo che sta affiancato, (compagno di lavoro) o al potere (la dirigenza).
    La vittima di mobbing, dalla mia esperienza clinica ha tendenzialmente una coscienziosità etica più che una personalità particolare, che la rende rigida e ferma sulle proprie posizioni quando l’integrazione p l’adattamento al sistema significhi per lei corruzione, per qualche aspetto.
    Sono personalità tutt’altro che deboli o rigide. Se fate ricerca su questo tema, proverei ad indagare questa ipotesi. Buon lavoro. Liuva Capezzani

    • Paolo Campanini ha detto:

      Ciao,
      Grazie del contributo. La questione della “coscienziosità etica” è sicuramente importante, più che altro sarebbe interessante osservare se il mobbing ha a che fare con la discrepanza tra i valori della persona e quelli organizzativi. Anche io dal punto di vista clinico ho un’esperienza simile alla tua.

  2. Silvia Donati ha detto:

    In generale, rinuncerei a cercare di approfondire “profiii di personalità”… concetti dai più relegati all’ambito asfittico della psichiatria. Piuttosto, ho rilevato come ” tratto” comune dei “mobbizzati” una certa ostinazione ed un contrapporsi in modo risoluto alle logiche prepotenti delle gerarchie aziendali. Li posso comprendere, specie di questi tempi…disadattati? No. Maldisposti al compromesso, direi…sarebbe bello fare dei gruppi tematici fuori dal web. Chi di noi è a Milano?

    • admin ha detto:

      Ciao Silvia,
      molto interessante. Io sono di Milano e ho in progetto con un’associazioni di psicologi di aprire per aree tematiche, potrebbe essere l’occassione giusta ma se ne parla nel 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *